La legge 120/2010 ha drasticamente ridotto il termine entro il quale l’autorità deve notificare i verbali di infrazione  al codice della strada.

In base al nuovo art. 201 c.d.s. la multa deve essere notificata entro 90 giorni dalla violazione.

Il nuovo termine si applica per le violazioni accertate dal 13 agosto 2010 (data in cui è entrata in vigore la predetta legge).

Lo stesso art. 201 del c.d.s. prevede – dopo la recente modifica – che quando la violazione sia stata contestata immediatamente al trasgressore, il verbale deve essere notificato agli obbligati in solido entro il termine di 100 giorni dall’accertamento della violazione.

Gli obbligati in solido sono, a norma dell’art. 196 c.d.s.:

  • il proprietario del veicolo
  • l’usufruttuario
  • l’acquirente con patto di riservato dominio
  • l’utilizzatore del veicolo in leasing
  • il locatario della vettura senza conducente (art. 84 c.d.s.)
  • l’intestatario del contrassegno di identificazione (nel caso di ciclomotori)
  • la persona che ha la direzione e la vigilanza di un soggetto capace di intendere e di volere, salvo che provi di non aver potuto impedire il fatto
  • la persona giuridica, ente, associazione (privi di personalità giuridica), l’imprenditore per la violazione commessa dal rappresentante o dal  dipendente