Vediamo cosa succede se commetti una infrazione al Codice della Strada per la quale è prevista la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida.

[box type=”info”]Ultimo aggiornamento: 28.12.2012[/box]

Procedimento

La patente è ritirata dall’organo di polizia che accerta la violazione e del ritiro viene fatta menzione nel verbale che ti viene consegnato.

L’organo di polizia che ti ha multato, a questo punto:

1) ti rilascia un permesso provvisorio di guida, al solo fine di consentirti di condurre il veicolo nel luogo di custodia da te stesso indicato nel verbale.

2) deve inviare, la tua patente di guida e una copia del verbale alla prefettura competente, entro cinque giorni dal ritiro.

Il prefetto, nei quindici giorni successivi, emana l’ordinanza di sospensione, indicando il periodo in cui la tua patente resta sospesa.

La durata della sospensione viene determinata in relazione:

– alla gravità della violazione che hai commesso

– alla entità dell’eventuale danno che hai apportato

– al pericolo che l’ulteriore circolazione potrebbe cagionare

L’ordinanza di sospensione ti viene notificata e, inoltre, viene comunicata al competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri.

Il periodo di durata fissato per la sospensione decorre dal giorno del ritiro della tua patente di guida.

La “tracciabilità” della sospensione della patente

Oltretutto la sospensione viene iscritta sulla tua patente.

Per cui se commetti successivamente un’altra violazione dello stesso tipo, l’organo di polizia che accerta la trasgressione conoscerà la tua precedente violazione e tu verrai assoggettato a un periodo di sospensione della patente aumentato nel tempo.

Ti faccio un esempio.

Supponiamo per ipotesi che tu abbia violato (per la prima volta) l’art. 142 comma 9 del c.d.s. (eccesso di velocità di oltre 40 km/h ma entro i 60 Km/h).

Questa violazione prevede la sanzione accessoria della sospensione della patente (per un periodo da 1 a 3 mesi).

A questo punto la legge dice che se violi nuovamente lo stesso articolo entro i successivi 2 anni, la sospensione della patente aumenta da un minimo di 8 a un massimo di 18 mesi.

Quando puoi richiedere la restituzione della patente.

Devi sapere che, se l’ordinanza di sospensione non viene emanata nel termine di quindici giorni, puoi ottenere la restituzione della patente da parte della prefettura.

Tuttavia, l’obbligo del Prefetto di emettere il provvedimento entro 15 giorni sussiste solo nel caso in cui la sospensione è disposta nel momento stesso in cui ti viene contestata l’infrazione al codice della strada.

In ogni caso, al termine del periodo di sospensione fissato, la patente ti viene restituita dal prefetto.

L’avvenuta restituzione viene comunicata al competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri, che la iscrive nei propri registri.

Come puoi contestare la multa che hai ricevuto

Contro il provvedimento di sospensione della patente puoi difenderti in 2 modi:

– proponendo opposizione al giudice di pace competente, entro 30 giorni dalla notifica del summenzionato provvedimento. Ho predisposto una formula di ricorso che trovi al seguente indirizzo:

http://www.multe-ingiuste.com/la-formula-di-ricorso-per-contestare-il-provvedimento-del-prefetto-di-sospensione-della-patente

mediante ricorso al giudice di pace contro il verbale di violazione (sanzione pecuniaria e sanzione accessoria della sospensione), entro il termine di 60 giorni dalla data di contestazione.

Se hai bisogno di un consulto per predisporre la tua difesa, puoi utilizzare il mio servizio di consulenza.

E se guidi nel periodo di sospensione?

Molto pesanti sono le conseguenze sanzionatorie a tuo carico qualora decidessi di circolare durante il periodo di sospensione della patente.

Difatti, in tal caso, il codice della strada ti punisce con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma 1.886,00 a euro 7.546,00.

Come pure si applicano le sanzioni accessorie della revoca della patente e del fermo amministrativo del veicolo per un periodo di tre mesi.

Nel caso in cui – più voltehai guidato nonostante la sospensione, in luogo del fermo amministrativo, si applica la confisca amministrativa del veicolo.

[print_link]